• il-taglio-del-bosco-la-locandina-del-film-271630_jpg_400x0_crop_q85.jpg

    MARTEDI/TUESDAY 17  

    9.30

    Ecologia di un delitto. Siro Angeli e Paola Drigo nella geografia infinita di Vittorio Cottafavi, I

    La FantarcaVittorio Cottafavi, 1968, 64'.

    Quelli della montagnaAldo Vergano, 1942, 93'. 

    Il taglio del boscoVittorio Cottafavi, 1963, 56'.

  • Laurel & Hardy-1.jpg
    Penultima giornata di festival, martedì 17 si apre con tre film di Cottafavi La Fantarca di Vittorio Cottafavi, 1968, 64', Operetta di fantascienza basata sull'orchestrazione di Ramon Vlad: nell'anno 2250 l'universo è diviso in due: da una parte il mondo del rettangolo e dall'altra il mondo del triangolo. Le due parti sono in guerra e a rimetterci sono le popolazioni povere del Sud. Durante una deportazione su Saturno, i due universi danno vita a un'ultima disastrosa battaglia, che porterà alla distruzione del mondo; Quelli della montagna di Aldo Vergano, 1942, 93' e sceneggiatura di Cottafavi: due amici, ufficiali degli alpini, combattono sulle montagne e la profonda lealtà che li lega resiste anche alle avversità della guerra.     
  • MariaZef_Renata Chiappino.jpg

    LUNEDI/MONDAY 16

    21.00

    alla presenza di/with Renata Chiappino, Anna Bellina e di/and with Rossana Melis, conoscitrice dell'opera di/scholar of the work by Paola Drigo

    Ecologia di un delitto. Siro Angeli e Paola Drigo nella geografia infinita di Vittorio Cottafavi, I

    Maria Zef Vittorio Cottafavi, 1981, 122'.

    I cento cavalieriVittorio Cottafavi, 1964, 115'.

    dalle 21.00  

    alla presenza di/with Renata Chiappino, Anna Bellina e di/and with 

    Rossana Melis, conoscitrice dell'opera di/scholar of the work by Paola Drigo

    Ecologia di un delitto. Siro Angeli e Paola Drigo nella geografia infinita di Vittorio Cottafavi, I 

     

     

  • My Life Without Air 10.jpg

    LUNEDI/MONDAY 16 

    14.30

    Germogli, II. Il trittico lacerato di Pietro Germi

    Un maledetto imbroglioPietro Germi, 1959, 111'.

    precede un intervento di/with an introduction by Marina Silvestri con proiezioni di documenti su/with documents on Anna Gruber, e un'anticipazione del volume su/and a presentation of the forthcoming book on Linuccia Saba 

    17.00

    Castelli di sabbia, III. Ingoiare la luce

    alla presenza di/with Bojana Burnac ́

    Moj zˇivot bez zraka (My Life Without Air)Bojana Burnac ́, 2017, 72'.

    Glodanje svetla (Milling the Lights)Jelena Maksimovic ́, 2012, 15' 40". 

    19.00

    Premio Anno uno. Franco Piavoli, al primo soffio del cinema

    alla presenza di/with Franco Piavoli

    Voci nel tempoFranco Piavoli, 1996, 87'.

     

  • il ferroviere lunedi mattina.jpg

    9.30

    Germogli, II. Il trittico lacerato di Pietro Germi

    Il ferrovierePietro Germi, 1956, 114'.

    L'uomo di paglia Pietro Germi, 1958, 120'.

     

  • My life Without Air 3 copy.jpg

    La giornata di lunedì vede protagonisti il cinema di Pietro Germi e Vittorio Cottafavi.

    Dalla mattina si potrà vedere il trittico di Germi in cui ha lavorato la segretaria di edizione triestina Anna Gruber: Il ferroviere Pietro Germi, 1956, 114', ritratto di Andrea, macchinista delle ferrovie, un galantuomo, piegato da un lavoro massacrante e da una serie sfortunata di intoppi esistenziali fino alla riconciliazione finale; a seguire L'uomo di paglia Pietro Germi, 1958, 120', storia di una passione lacerante tra Andrea e Rita, coinquilini dello stesso palazzo, mai incontrati prima, il cui rapporto stravolgerà le loro vite.

    Nel primissimo pomeriggio toccherà infine alla giornalista e curatrice della sezione Marina Silvestri tratteggiare la figura di Anna Gruber e introdurre poi il film Un maledetto imbroglio, 1959, 111': in un antico palazzo di Piazza Farnese a Roma è avvenuto un furto nella casa del collezionista d'arte Anzaloni, che interrogato dal commissario Ingravallo si mostra stranamente reticente nel rispondere alle sue domande, si incomincia a sospettare qualcosa di poco chiaro nel furto.

  • Bellavista.jpg

    21.00

    alla presenza di/with Peter Schreiner

    Popoli e paesi d'Italia nel cinema dell'austriaco Peter Schreiner, I

    BellavistaPeter Schreiner, 2006, 117'. 

    Giuseppe Lippi, morte di un amico

    Un angelo per SatanaCamillo Mastrocinque, 1966, 90'.

    dalle 21:00

    alla presenza di/with Peter Schreiner 

    Popoli e paesi d'Italia nel cinema dell'austriaco Peter Schreiner, I 

  • DANI_LUDILA_23-cmyk.jpg

    DOMENICA/SUNDAY 15 

    14.30

    Popoli e paesi d'Italia nel cinema dell'austriaco Peter Schreiner, I

    alla presenza di/with Peter Schreiner

    I Cimbri Peter Schreiner, 1981, 125'.

    17.00

    Premio Anno uno. Franco Piavoli, al primo soffio del cinema

    alla presenza di/with Franco Piavoli

    Nostos, il ritorno Franco Piavoli, 1989, 87'. 

    19.00

    Castelli di sabbia, III. Ingoiare la luce

    alla presenza di/with Damian Nenadic ́

    Dani ludila (Days of Madness)Damian Nenadic ́, 2012, 73'.

    In uteroIvan Ramljak, Marko Skobalj, 2011, 14'.

  • Engel und Puppe 1.jpg

    9.30

    Out of the Past. Ellis Donda

    alla presenza di/with Ellis Donda

    Parigi 50, l'esistenza immaginataEllis Donda, 1981, 60'. 

    Psychodrame (Trois essais filmées dirigés par J.L. Moreno)Roberto Rossellini, 1956-1957, 53'.

    Il corpo rubato (Pratiche analitiche e forme della suggestione)Ellis Donda, 1982, 50'.

  • Peter Schreiner_Bellavista.jpg
    La terza domenica de I Mille Occhi vede grande protagonista Ellis Donda, cineasta friulano, schivo e inattivo da molti anni, ma molto interessante per gli studiosi di cinema. Gli spettatori potranno vedere Parigi 50, l'esistenza immaginata 1981, 60', una puntata del ciclo RAI Uomini e idee del '900  che intendeva ricostruire l'atmosfera culturale ed artistica tipica dell'Europa del secondo dopoguerra, prendendo come significativo punto di riferimento la Parigi degli anni '50, con i suoi innumerevoli cafés, attorno a cui gravitavano gli intellettuali alla ricerca di un nuovo significato dell'esistenza e gli artisti della nuova generazione; Psychodrame (Trois essais filmées dirigés par J.L. Moreno) di Roberto Rossellini, 1956-1957, 53' corto ritrovato la cui grandezza sta nella sua disillusione sulla figura paterna, il che per chi si sentiva profondamente padre come Roberto era  un trauma radicale; e ancora Il corpo rubato (Pratiche analitiche e forme della suggestione) 1982, 50', anche questo girato da Donda per la RAI.    

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti

Privacy Policy per i visitatori del sito

Secondo quanto previsto dalla Legge 124/2017, l'Associazione Anno uno rende pubblici online gli importi di natura pubblica ricevuti nel 2018.