I Mille Occhi edizione XVI: Eros e Priapo

icona 2017_300dpi.jpg

Sedicesima edizione del Festival internazionale del cinema e delle arti I MILLE OCCHI, al Cinema Teatro Miela dal 15 al 21 settembre, con l'ormai consueta anteprima a Roma (12-13 settembre) al Cinema Trevi della Cineteca Nazionale, main partner del festival con La Cineteca del Friuli.

Questa imminente edizione si prospetta la più appassionante di un festival che ha ormai consolidato i propri riconoscimenti internazionali (ultima giunge l'inclusione della prestigiosa rivista americana "MovieMaker" tra i "25 coolest international film festivals").

Un programma di tendenza, insieme d'avanguardia e di abbandono al piacere della scoperta e della visione. L'unico nemico del festival è la noia, sin troppo presente nel mainstream dell'offerta corrente e il cui antidoto sta nel superare le barriere temporali: film di tutte le epoche visti oggi per la prima volta senza paraocchi, ma con quei mille occhi che ogni spettatore possiede se li apre al cinema. E naturalmente proiezioni rigorosamente nei formati originali, in copie vintage 35mm salvo i casi di restauri digitali.

Saranno presenti grandissimi registi che esigono una giusta riscoperta: il greco Dimos Theos (figura rabdomantica del miglior cinema ellenico, da Tornes a Angelopoulos); il tedesco Roger Fritz, che lavorò anche in Italia con Visconti e poi realizzò i più scatenati action-movies europei.

E, rappresentati da allievi e cultori, tre grandi sperimentatori del cinema croato: Martinac, Gotovac, Pansini, la cui opera è intrecciata, oltre ogni stupida guerra, a quella dei serbi Pavlović, Stojanović, Šijan. E una personale completa dei pochi film compiuti di Seth Holt, autore inglese di noir e thriller che è l'anello da riscoprire del grande poker di cineasti inglesi cui partecipano Hitchcock, Powell e Fisher.

I Mille Occhi amano il glamour, e dunque ne sarà ospite un'attrice di culto del cinema di genere italiano, Dagmar Lassander, attiva nell'horror e nelle commedie più piccanti.

Il cinema italiano costituirà la parte più estesa del programma, e farà scoprire l'attualità di cineasti come Poggioli, Germi, Damiani, De Santis e molti altri, i cui film saranno accompagnati da ospiti ancora da rivelare.

Sono solo alcune delle anticipazioni di un programma le cui proiezioni e i cui incontri (a ingresso libero) si prolungheranno per sette giorni da mattina a notte. Il festival è diretto da Sergio M. Grmek Germani con la collaborazione di Cecilia Ermini, Olaf Möller, Mila Lazić, Simone Starace, Paolo Luciani, Dario Stefanoni, Gary Vanisian, Christoph Draxtra.


imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti

Blog

Le novità e gli approfondimenti del festival!

www.milleocchisulfestival.tumblr.com