La mia estate più bella

valeria_pellegrini_colore.jpeg

 

VENERDÌ 14 SETTEMBRE

 

Ore 14.30

 

Tutti i colori dell'amore. Eckhart Schmidt e l'Italia come seduzione femminile

La mia estate più bella Eckhart Schmidt, 2016-17[-2018], 97', versione italiana in anteprima assoluta.

alla presenza di/with Eckhart Schmidt e/and Gorana Dragaš, con la presentazione di/introduction by Olaf Möller e/and Gary Vanisian

*Al momento del ritorno a Roma, una ragazza ricorda le vacanze in Sicilia, il suo primo grande amore e la tragica morte dei suoi amici in un attacco terroristico.

 

Regia, sceneggiatura, fotografia: Eckhart Schmidt; montaggio: Michi Kaussner, Raoul Sternberg [E. Schmidt]; musi- ca: Toti Basso, Joe Landis; interpreti: Cecilia Saracino; produzione: Gorana Dragaš per Raphaela-Film; origine:

Germania, 2016-2017; formato: video, col.; durata: 94'.
Copia DVD da autore.

Al momento del ritorno a Roma, una ragazza ricorda le vacanze in Sicilia, il suo primo grande amore e la tragica morte dei suoi amici in un attacco terroristico. Uno degli elementi più importanti di questo film è l'affresco Trionfo della morte a Palermo, che mostra la morte a cavallo che colpisce il ricco, il povero e gli innamorati. Davanti a questo affresco la ragazza bacia per la prima volta il ragazzo, che non vedrà mai più. Il momento di massima felicità è anche il momento più buio. Vediamo le spiagge di Mondello e nella nostra mente percepiamo una tragica storia d'amore che è un ritratto della Generazione Y. (E.S.)

 

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti