Il sottomarino fantasma

IL SOTTOMARINO FANTASMA.jpg

Ore 16.30

 

Fiori nel fango. Gemme Universal e Republic

Il sottomarino fantasma Douglas Sirk, 1950, 78'.

con una testimonianza su/featuring a commentary on Douglas Sirk di/by Eckhart Schmidt

con la presentazione di/introduction by Simone Starace

Regia: Douglas Sirk; soggetto: Ralph Dietrich; sceneggiatura: George W. George, George F. Slavin; fotografia: Clifford Stine; montaggio: Virgil W. Vogel; interpreti: Marta Toren (voce Lydia Simoneschi), Macdonald Carey (vo- ce Giorgio Capecchi), Robert Douglas (voce Emilio Cigoli), Carl Esmond (vo- ce Augusto Marcacci), Ludwig Donath (voce Amilcare Pettinelli), Jacqueline Dalya Hilliard; produzione: R. Dietrich per Universal; origine: USA, 1950; formato: 35mm, b/n; durata: 78'. Copia 16mm (da 35mm) da Penny Video.

Fingendosi un ex-medico militare tedesco, un ufficiale dell'intelligenza navale statunitense si prefigge di salvare uno scienziato rapito, e affondare un submarino nazista, nascondendosi al largo della costa del Sudamerica.

«Quando riuscii a liberarmi dal contratto con la Columbia, accettai un'offerta che avevo avuto dalla Universal. Seb- bene fossi stato assunto per realizzare delle commedie, stranamente il primo film che girai era un film di guerra, Il sottomarino fantasma. Me lo assegnarono, suppongo, perché avevo servito nella Marina. La possibilità di girare all'interno di un sottomarino mi allettava, perché permetteva di sfruttare la macchina a mano e via dicendo, ma la storia era veramente poca cosa. L'autorialità ai tempi dello studio system funzionava così, e io del resto volevo continuare a fare film in America».

Douglas Sirk in Jane Stern, Michael Stern, Two Weeks in Another Town, «Bright Lights», n. 6, inverno 1977



imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti