77 no commercial use - Portis deve rinascere qui

sab 15set_mep.jpg

 

Ore 14.30

 

Un certo anno. 68 tra 67 e 69

'77 No commercial use Luis [Fulvio Baglivi], 2017, 105'.

alla presenza di/with Luis

 

Il regista Luis Fulvio commenta così il film: "È il ‘77, finalmente il cielo (rosso) è caduto sulla terra. (A) Soffiare sul fuoco, attraverso la zizzania, la gioia (armata), rivolta (di classe) e cospirazione, senza tregua, è uno strano movimento di strani studenti, congiura dei pazzi senza famiglia, senza galere. La prateria è in fiamme, la rivoluzione è finita abbiamo vinto".

 

 

Ore 16.30

 

Chiedo la parola. Può il cinema italiano ridiventare giovane?

Portis deve rinascere qui Stefano Morandini, 2018, 50'.

alla presenza di/with Stefano Morandini

 

Il documentario prende spunto da uno studio di antropologia visuale sul paese di Portis; in particolare esso riguarda il recupero della memoria collettiva e individuale legata al sisma del 1976, alla fase dell'emergenza e al successivo abbandono della vecchia Portis, sino alla costituzione della Cooperativa Nuova Portis con la successiva ricostruzione del paese in altra sede. Lo straordinario interesse antropologico di queste vicende risiede nel aver mantenuto dei segni della passata vita familiare e comunitaria nel vecchio paese abbandonato. Questo fare del paese abbandonato un luogo della memoria e della socialità rende Portis un caso unico a livello nazionale di "svuotamento" e ricostruzione che non recide il legame degli abitati con il periodo pre-sismico.

 

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti