Il lunedì dei Mille Occhi

lun 17set_mep.jpg

 Il programma di lunedì 17 settembre inizia alle 9.30 con La valle dei fortiwestern smaliziato e autoparodico diretto da Allan Dwan, uno dei grandi pionieri di Hollywood. A seguire presentazione del volume dedicato al regista Claude Autant-Lara (alla presenza dell'attriceValérie Jeannet) e collegamento con il regista e scrittore Marc Scialom, già più volte ospite del festival.

Nel pomeriggio, alle 14.30, incontro con il regista Fabrizio Ferraro e proiezione del suo film Les Unwanted de Europa, liberamente ispirato ai testi e alla figura di Walter Benjamin. Alle 16.30 prosegue l'omaggio al regista giuliano Franco Giraldi, con proiezione di La rosa rossa, primo capitolo di una trilogia che ha raccontato Trieste e la Dalmazia sullo sfondo del Novecento.

Alle ore 17.00, presso la sala Bobi Bazlen di Palazzo Gopcevich, si svolge in parallelo il convegno "La guerra della follia" dedicato alla guerra nell'ex Jugoslavia. Saranno presenti Diana Nenadić Mirko Klarin, Franco Rotelli e Nataša Kandić, candidata al premio Nobel per la pace.

Alle 18.30, sempre al Teatro Miela, prosegue la programmazione in anteprima del Ciclo Romano di Eckhart Schmidt, con Amor sacro, Amor profano, alla presenza delle attrici Sara Marrone Marilina Marino.

 

Dalle 21.00, la serata si chiude con due maestri del cinema italiano che hanno raccontato il1968 attraverso due film sperimentali e innovativiMarco Ferreri con L'harem (introdotto da una testimonianza di Eckhart Schmidt, che parlerà dell'attrice Carroll Baker) e Carmelo Bene con il suo provocatorio Don Giovanni.

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti