I giardini di Abele

Patients-leaving-the-hospital-title-sequence-Rai-Teche.png

18.30

 

I giardini di Abele Sergio Zavoli, 1968, 26'.

Regia: Sergio Zavoli; fotografia: Marziano Lomiry, Franco Tonini; montaggio:Vasco Micucci; produzione: RAI; origine:Italia, 1969; formato: 16mm, b/n; durata: 26' Copia digitale da master RAI (da 16mm).

«Il 3 gennaio del 1969 va in onda su "Tv7" l'inchiesta di Zavoli sulla malattia mentale. Cogliendo al volo l'occasione dei cancelli del manicomio di Gorizia, le telecamere della Rai, guidate dall'autore di Viaggio intorno all'Uomo, entrano nelle stanze della sofferenza, documentano il coraggio di Franco Basaglia, il grande psichiatra ispiratore della legge che, di lì a pochi anni, sancirà la definitiva chiusura degli ospedali psichiatrici. [...] L'incipit mostra le discussioni degli infermieri durante una riunione in reparto, i loro commenti, ma soprattutto le loro reazioni all'apertura dei cancelli dell'ospedale psichiatrico. Lo stesso Basaglia, promotore dell'iniziativa, costituisce il secondo frammento di questo grande e drammatico mosaico. Il fluire delle domande di Zavoli, l'incedere lento e pacato di Basaglia, alcune sue frasi emblematiche che, come pietra, vengono incise nel cuore e nelle coscienze di milioni di italiani: "C'è un proverbio calabrese molto interessante a questo proposito che dice chi non ha non è. E questa contraddizione che esprime, nella sua totalità, le contraddizioni della nostra società, si manifesta e si mostra nella maniera più chiara proprio nei nostri ospedali psichiatrici". Chiude l'intervista la domanda di Zavoli: "Francamente, professor Basaglia, le interessa più il malato o la malattia?"

La fortissima risposta di Basaglia: "Decisamente il malato". Il terzo frammento del reportage spiega la scelta del titolo.

Mostrando gli splendidi giardini che rircondano il manicomio, Zavoli afferma: "In questi parchi di una bellezza anacronistica, assurdamente vasti e ospitali, si consuma molta parte dell'ipocrisia con la quale, generalmente, ci si mette al riparo da un caso di coscienza. I rigogliosi giardini, in cui attraverso le cancellate vediamo scorrere libera e serena la vita dei malati di mente, sono in realtà i giardini dei fratelli scomodi, sono i Giardini di Abele". Il 13 maggio 1978 viene promulgata la legge 180 in merito ad "accertamenti e trattamenti sanitari volontari e obbligatori". La legge è universalmente conosciuta come legge Basaglia in onore proprio del professor Basaglia e della sua lotta per

il riconoscimento dei diritti elementari del malato di mente».

Damiana Spadaro, Sergio Zavoli tra silenzio e rumore, Rai/Eri, Roma, 2014

 

Franco Basaglia intervista i politici riprese 1979 edite nel 1985 nuova

edizione 2018 a cura di/filmed in 1979 released in 1985 new edition

2018 curated by Maria Grazia Giannichedda, 40', anteprima assoluta.

alla presenza di/with Maria Grazia Giannichedda, Michele Zanetti,

Franco Rotelli, Peppe Dell'Acqua

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti