2017

CONFERENZA STAMPA 2017

INVITO CONFERENZA STAMPA 2017.jpg

La conferenza stampa dell'edizione 2017 dei Mille Occhi Festival internazionale del cinema e delle arti si terrà il giorno lunedì 11 settembre alle ore 11.00 presso il Magazzino delle Idee in Corso Cavour 271, Trieste.

Durante l'incontro il direttore Sergio M. Grmek Germani, alla presenza del critico cinematografico Olaf Möller, della curatrice Mila Lazić e del presidente dell'associazione Michele Zanetti, introdurrà l'edizione XVI: Eros e Priapo e presenterà il programma 2017 del festival. Anche quest'anno una selezione di tendenza e insieme di avanguardia e di abbandono al piacere della scoperta che da sempre caratterizza i Mille Occhi.

11 SETTEMBRE LA CONFERENZA STAMPA

Sergio Germani_Mila Lazic_I MILLE OCCHI 2017 CONFERENZA STAMPA.jpg

Si è tenuta oggi 11 settembre al Magazzino delle Idee di Trieste la conferenza stampa dei Mille Occhi Festival Internazionale del cinema e della arti: un programma denso di sorprese per questa XVI edizione che si svolgerà al Teatro Miela di Trieste dal 15 al 21 settembre con anteprima romana nelle giornate del 12 e del 13 settembre al Cinema Trevi - Cineteca Nazionale. Alla presenza del critico cinematografico Olaf Möller, della curatrice Mila Lazić e del presidente dell'associazione Anno Uno Michele Zanetti, il direttore del Festival Sergio M. Grmek Germani ha introdotto la sedicesima edizione dei Mille Occhi: Eros e Priapo. Nel corso del suo intervento il direttore ha ringraziato per il sostegno la Regione Friuli Venezia Giulia - Assessorato alla cultura, la Fondazione Kathleen Foreman Casali e la Fondazione CRTrieste e gli archivi italiani ed esteri che hanno collaborato accogliendo la proposta del festival di proiettare copie rare a cominciare dalla Cineteca Nazionale, la Cineteca del Friuli e la Cineteca Italiana di Milano, la Cineteca di Bologna e il Museo nazionale del cinema di Torino.

PRESENTATO IL PROGRAMMA 2017

DAGMAR LASSANDER.jpg

Il festival arriva alla sedicesima edizione con lo slancio di chi vede riconfermata a ogni istante la sua scelta di fondo: per essere davvero spettatori del presente, e poi magari cineasti del futuro, il grande patrimonio delle epoche passate non è affare da studiosi e specialisti, è il nostro patrimonio, quello che ci consente davvero di capire e godere del cinema. I film di altre epoche ci arrivano vergini di sguardi equivocanti, che spesso vi avevano sovrapposto pregiudizi cinematografici basati su un sentirsi giudice di chi li valutava, anziché cogliervi ogniqualvolta ci fosse (e c'è spesso, possiamo assicurarlo) una ricchezza e fertilità di immagini rivelatrice del reale. Ai Mille occhi i film si vedono per la prima volta, rendendo la nozione di anteprima meno stereotipata del consueto.

Dal 15 al 21 settembre al Teatro Miela di Trieste, con un'anticipazione il 12-13 al Cinema Trevi della Cineteca Nazionale a Roma, il festival offre un fitto programma di proiezioni e incontri con i cineasti. A Trieste le proiezioni si aprono il primo giorno alle 14.30, e nei giorni successivi già in mattinata, proseguendo fino a circa l'una di notte. L'accesso all'intero programma è a ingresso libero. Un ricco catalogo (stampato in italiano, e online in inglese) vuole dare al pubblico le informazioni e i suggerimenti essenziali.

PRIMA GIORNATA DI PROIEZIONI A ROMA

roma 12sett.jpg

Anteprima romana al via!

Appuntamento dalle 16.30 con pellicole dal percorso "Corrispondenze di cineasti italiani". Il programma di quest'anno si è avvalso, tra le altre, della collaborazione essenziale del maggior archivio italiano, la Cineteca Nazionale del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma: ben 26 copie, rare o addirittura uniche, sono state donate al festival da questo archivio, condividendo il gusto dei Mille Occhi di vedere i film nel formato originale.

NOUS NE SOMMES PLUS DES ENFANTS

Non più ragazzi_locandina.JPG

 

di Augusto Genina, 1934, 83'

Martedì 12 settembre 2017, ore 16.30, Roma, Cinema Trevi - Cineteca Nazionale

Non siamo più ragazzi è la trasposizione cinematografica dell'omonima commedia crepuscolare di Léopold Marchand.

La trama - che deriva da una commedia di Marchand - narra l'amore di due giovani irrequieti e appassionati, che la vita separa crudelmente e più crudelmente ancora fa ritrovare quando oramai non sono più ragazzi.

ADDIO GIOVINEZZA!

addio_giovinezza_poster mod.jpg

di Ferdinando Maria Poggioli, 1940, 97’


Martedì 12 settembre 2017, ore 18.00, Roma, Cinema Trevi – Cineteca Nazionale


Nel 1910, Mario, studente di medicina all'Università di Torino, s'innamora di Dorina, una graziosa sartina. Per starle vicino va ad abitare nella camera che la mamma della ragazza affitta, ma un giorno Mario incontra Elena, una donna affascinante con cui ha un'avventura. Dorina vuol difendere i propri diritti e avere una spiegazione dalla donna. [...]

VIA MARGUTTA

via margutta 1.JPG

 di Mario Camerini, 1960, 106'

 

 

Martedì 12 settembre 2017, ore 20.00, Roma, Cinema Trevi - Cineteca Nazionale

 

Sul vivace scenario di via Margutta, si intrecciano numerose storie personali di artisti e sfaccendati intellettualoidi. Vita da bohemien per un gruppo di amici nella via romana degli artisti: pittori e scultori dall'incerto talento e dalle grandi ambizioni, aspiranti attrici che vivacchiano in attesa dell'occasione o dell'uomo giusto.

THE LAUGHING WOMAN

FEMINA RIDENS LOCANDINA.JPG

di Piero Schivazappa, 1969, 108'

Mercoledì 13 settembre 2017, ore 17.00, Roma, Cinema Trevi - Cineteca Nazionale

Il dottor Sayer, direttore di un istituto filantropico, nasconde una personalità misogina e sessuofoba a cui dà sfogo nei week-end, dedicandosi nella sua villa isolata a giochi sadici in compagnia di professioniste esperte nel soddisfare simili inclinazioni e inscenando la loro morte nei modi più fantasiosi. Approfittando della visita di una sua dipendente, decide di passare dalla fantasia alla realtà, imprigionando la donna e sottoponendola a torture fisiche e psicologiche, che culminano nella minaccia di ucciderla in modo atroce. Dopo aver portato la donna fino al punto di tentare il suicidio per sfuggire ai suoi tormenti, Sayer si rende conto di non essere in grado di ucciderla e di aver sviluppato nei suoi confronti un sentimento mai provato prima. Le rivela perciò i suoi sentimenti e le parla delle sue perversioni. Mary si dichiara disposta a ricambiarlo ed aiutarlo a sviluppare un rapporto sano con le donne, ma queste non sono le sue vere intenzioni. [...]

UNA DONNA PER 7 BASTARDI

Una donna per 7 bastrdi.jpg

di Roberto Bianchi Montero, 1974, 95'

 

Mercoledì 13 settembre 2017, ore 19.00, Roma, Cinema Trevi - Cineteca Nazionale

 

Uno sconosciuto claudicante - non sapremo mai il suo nome - resta in panne a causa di un guasto alla sua automobile in una non ben definita zona desertica. Dopo essere scampato al tentativo d'investimento da parte di un camionista, trova rifugio nella bettola di un minuscolo villaggio, abitato da individui poco raccomandabili. Fra loro vive anche un'avvenente fanciulla, che rifiuta sistematicamente le avances dei ceffi che vorrebbero conquistarla. Lo sconosciuto, impossibilitato a ripartire dal villaggio, finisce per intromettersi nei loschi affari degli abitanti, con il risultato di metterli uno contro l'altro e frattanto si innamora della ragazza. [...]

L'ANGELO CON LA PISTOLA

angelO CON LA PISTOLA LOCANDINA.jpg

di Damiano Damiani, 1992, 117'

 

Mercoledì 13 settembre 2017, ore 20.45, Roma, Cinema Trevi - Cineteca Nazionale


All'età di sette anni, nell'automobile dei genitori, Lisa assiste allo sterminio brutale della famiglia, da parte di una banda di malviventi. Cresciuta covando per vent'anni dolore e rancore, Lisa, che ora fa la cameriera in un bar, trovata nella metropolitana la rivoltella di un balordo, comincia con fredda determinazione una sua guerra privata. Nel perseguire questo obiettivo, incontrerà, inaspettati collaboratori. [...]

 

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti

Privacy Policy per i visitatori del sito

Secondo quanto previsto dalla Legge 124/2017, l'Associazione Anno uno rende pubblici online gli importi di natura pubblica ricevuti nel 2018.