ELATIS XENOS

Cattura mod2.jpg

 

di Dimos Theos, 1996, 130'

Questa sera a partire dalle 20.45, al Teatro Miela di Trieste, sarà consegnato il Premio Anno uno 2017 al cinema del regista greco Dimos Theos, in presenza del figlio compositore Kostis Theos. A seguire, sarà proiettato il film vincitore "Eleatis Xenos", definito dal nostro direttore Sergio Germani un capolavoro assoluto "capace di aprire almeno mille occhi al mondo".

Hanna Bluemart, studiosa di 24 anni, arriva ad Atene con il proposito di trovare suo padre. Scopre poco dopo che l'uomo che, secondo le indicazioni raccolte, era suo padre, è morto quattro giorni prima in circostanze misteriose. Hanna inizia a indagare le cause della morte e, nonostante informazioni contraddittorie, piano piano comincia a tratteggiare la figura di un poeta il quale assomiglia molto al padre. Guidata da un bisogno primordiale d'identità, Hanna finge di essere la figlia del poeta assassinato senza prevedere le tragiche conseguenze che la attendono.

 

Dimos Theos - filmografia

Ekato Ores tou mai (1963)

Kieron (1968-1974)

Diadiska (1976)

Kapetan Meitanos,i eikona enos mythikou prosopou (1987)

(Techne kai politismos) Stravros tornes,o photographos tis diasporas kai tou ephimerou

Elatis Xenos (1996)

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti

Blog

Le novità e gli approfondimenti del festival!

www.milleocchisulfestival.tumblr.com