scarica il programma

  • wildenhahn.jpg
    Standard & Poor, la rassegna dedicata a bellissimi film italiani capaci di scoprire ciò che non è ovvio nelle durezze del sociale, proporrà – tra gli altri – gli splendidi I fidanzati di Ermanno Olmi e Delitto d’amore di Luigi Comencini. 
    Giullari di Dio 
    si chiude, invece, con la proiezione de Il mistero della Sindone di Salvatore Cerra e de Il boia di Lilla (La vita avventurosa di Milady) di Vittorio Cottafavi.
    In chiusura, verrà consegnato il Premio Anno uno a Klaus Wildenhahn.

  • rossellinifrancescogiullare di dio.jpg

    Prosegue, intanto, la rassegna legata al Premio Anno uno di questa edizione - che sabato verrà assegnato a Klaus Wildenhahn - con la proiezione di Ein Tag. Bericht aus einem deutschen Konzentrationslager di Egon Monk. Mentre, Giullari di Dio, sezione dedicata ad opere di una religiosità talvolta irriverente quanto intensa e spregiudicata, si concentrerà su opere ispirate alla vita di Francesco d'Assisi. Verranno proiettati i "Franceschi" di Liliana Cavani (Francesco e Francesco d'Assisi) e Francesco, giullare di Dio di Roberto Rossellini.

  • wildenhahn.jpg

    Premio Anno uno 2011 a Klaus Windenhahn, di cui il festival propone opere di meravigliosa ferocia, come il trittico che verrà proiettato oggi alla presenza di Gisela Tuchtenhagen, che sabato prossimo riceverà il Premio in rappresentanza di Klaus Windenhahn.

     

  • Progetto n 128 di Valentino Orsini.jpg
    Giornata dedicata in larga parte alla rassegna Standard & Poor quella di domanimercoledì 21 settembre. Con un doppio programma che comincerà con L'età del ferro di Roberto Rossellini e terminerà, a tarda notte,  con La follia di Almayer di Vittorio Cottafavi.Proseguono, intanto, gli incontri mattutini - dedicati ai più inventivi libri di cinema - intitolati La gaia scienza. Letture di Visioni, alle ore 11.00 presso la Stazione Rogers.  Domani, ancora alla presenza di Pasquale Squitieri, curatore di un volume dedicato alla sua opera.Nell'ambito della sezione L'avventura della collezione, film italiani mai visti, dal Fondo Katholische Filmwerk Filmothek acquisito da Daniela Bartoli alla Cineteca del Friuli, verrà presentato A fil di spada di Carlo Ludovico Bragaglia.      
  • Stati_generali_convergenz_parallele_Alpini (2).jpg

    Tanti gli ospiti.  Alla presenza di Pasquale Squitieri, presentato da Domenico Monetti, verrà proiettato Io e Dio di Pasquale Squitieri, nell'ambito della rassegnaGiullari di Dio, dedicata ad opere di una religiosità talvolta irriverente quanto intensa e spregiudicata. Il critico cinematografico Maurizio Luigi Cabona presenterà, invece, Operazione ricchezza di Gualtiero Jacopetti e Passaporto rosso di Guido Brignone, titoli appartenenti alla sezione Standard & Poor, bellissimi film italianicapaci di scoprire ciò che non è ovvio nelle durezze del sociale.Tanti gli ospiti.  Alla presenza di Pasquale Squitieri, presentato da Domenico Monetti, verrà proiettato Io e Dio di Pasquale Squitieri, nell'ambito della rassegnaGiullari di Dio, dedicata ad opere di una religiosità talvolta irriverente quanto intensa e spregiudicata. Il critico cinematografico Maurizio Luigi Cabona presenterà, invece, Operazione ricchezza di Gualtiero Jacopetti e Passaporto rosso di Guido Brignone, titoli appartenenti alla sezione Standard & Poor, bellissimi film italianicapaci di scoprire ciò che non è ovvio nelle durezze del sociale.

  • 220px-Matjaz_Klopcic.JPG
    SERATA INAUGURALE - TRIPITH AGATE SCHWARZKOBER DI KLOPCIC E MOLTO ALTRO
  • l'edizione 2011 apre con un omaggio a Matjaž Klopčič.jpg
    CONFERENZA STAMPA/INVITO
    Lunedì 12 settembre 2011
    Stazione Rogers Riva Grumula, 14 34121 Trieste
    ore 11.30
  • in anteprima mondiale proiezione di Festival di Jean-Claude Rousseau.jpg
    Rossellini, Olmi, Comencini, Gobetti, Fortini, Cavani, Squitieri, Rousseau, il premio Announo a Klaus Wildenhahn, Cottafavi, Marc Scialom, Jagoda Kaloper... Film rari e ritrovati, copie uniche di film perduti, proiezioni come eventi unici alla presenza di cineasti e appassionati, per un abbandono a un'avventura della visione.
  • l'edizione 2011 apre con un omaggio a Matjaž Klopčič.jpeg

    Una profusione di visioni che sfida la vertigine: è quanto cade nell'occhio, ovvero nei mille occhi di un pubblico curioso di scoprire sguardi nuovi sul cinema, scorrendo l'offerta della decima edizione del festival (16 - 24 settembre).

     

     

  • Alla vigilia della decima edizione, I mille occhi presenteranno un altro anno di programmazione in controtendenza, in linea con il carattere innovativo che da sempre guida il nostro festival.

    Possiamo dire di aver raggiunto successi (anche di pubblico) impensabili per proposte spesso inconsuete ma sulla cui qualità riusciamo a scommettere in modo vincente. Ma siamo i primi a essere ancora insoddisfatti, a voler raggiungere mete ulteriori, naturalmente partendo dai risultati già raggiunti, non snaturando un ruolo di innovazione.

    Sono riconfermate le collaborazioni con la Cineteca Nazionale nella sua sala di Roma e con la Cineteca del Friuli, partner ormai imprescindibili per noi. Così come il Premio Anno uno che si consegna a fine festival a personalità di valore non ancora sufficientemente affermate, per avviare l'incontro appassionante tra un pubblico curioso e i grandi cineasti che possono così raggiungere e conoscere la nostra Regione.

    A presto per un programma dettagliato!

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti