• andric programma light.jpg

    Ivo Andric, a cura di Mila Lazic e Massimiliano Schiozzi. Il programma completo su:

    scarica qui il programma completo

     

     

     

     

     

     

     

  • image001.jpg


    INCONTRO PUBBLICO CONTRO I TAGLI ALLA CULTURA IN FRIULI VENEZIA GIULIA

    VENERDÌ 30 NOVEMBRE ALLE ORE 17
    VISIONARIO, VIA FABIO ASQUINI, UDINE

    l'incontro è promosso da
                               MOVIMENTO 1%
    UNA NUOVA PAGINA
    PER LA CULTURA IN FVG

     

     

  • Darko Bratina in Karpo Godina.jpg
    21 - 28 novembre 2012
    PREMIO DARKO BRATINA. OMAGGIO A UNA VISIONE 2012
    Tutti gli appasionati di cinema e della cultura dell'ex Jugoslavia sono inviati a partecipare al MASTERCLASS KARPO GODINA!

    GORIZIA_GIOVEDÌ 22/11, dalle 9.15 alle 17.00
    Palazzo del Cinema, Piazza Vittoria

    MASTERCLASS KARPO GODINA
    interventi di: Jože Dolmark, Sergio Mattiassich Germani, Ivan Nedoh, Sandro Scandolara, Simone Venturini
    proiezioni:
    GRATINIRANI MOZAK PUPILIJE FERKEVERK, 1970, 15'
    O LJUBAVNIM VEŠTINAMA ILI FILM SA 14441 KVADRATOM, 1972, 10'
    I MISS SONIA HENIE, 1972, 14'
    BROOKLYN ACADEMY OF MUSIC, 2007, 5'
    SPLAV MEDUZE, 1980, 100'
    OKTOLOG, 2012, 32'
  • DOLORES.jpg
    In collaborazione con NOMADICA Circuito per il cinema autonomo, il cinema Ariston di Trieste propone IL LUNEDI' INDIPENDENTE. Lunedì 19 novembre alle 21 IL CARNEVALE DI DOLORES di Cristina Mantisi

    Il documentario narra la storia dell'estrosa ed eccentrica Giuseppina Coluccelli detta Dolores e delle sue rocambolesche vicissitudini per avere una casa. Nell'arco di circa sei anni assistiamo alla sua talvolta esilarante ma di certo amara deriva, che la porta a vivere dapprima in una fatiscente pensione e, successivamente, in strada. Entriamo in contatto con il mondo sommerso dei senza dimora in cui confluisce, come un coro spaventato dal caro affitti, l'eco dei "nuovi poveri". Ambientato quasi interamente a Roma vede come coprotagonisti altri due senza dimora: Marcello Sediani, "il barbone che vuole la casa" e Evio Botta, sindaco dei barboni, strenuo difensore dei suoi "cittadini" e delle sue idee sullo scollamento che c'è tra lo stato e i reali problemi di chi si vede negato il diritto alla casa.    
     
    http://www.aristontrieste.it/calendario/eventi/381-lunedi-indipendente.html 
  • IMPASSE DU CINEMA.jpg

    Presentazione del libro "Marc Scialom. Impasse du cinéma" di Mila Lazic e Silvia Tarquini. Lunedì 19 novembre alla Casa del Cinema a Villa Borghese a Roma alle 17.00 proiezione del film "Lettre à la prison";alle 18.30 incontro con l'autore e presentazione volume, intervengono: Giulio Ferroni,Jean-François Neplaz, Roberto Silvestri, Silvia Tarquini.

    Marc Scialom, ebreo di origini italiane, toscane, poi naturalizzato francese, nasce a Tunisi. È regista, scrittore, traduttore. Dopo le persecuzioni naziste nel ‘43 in Tunisia, le ripercussioni sugli Italiani, associati al fascismo, nel periodo dell' "epurazione", e la strage di Biserta(1961) - sconfinamento della guerra franco-algerina che Scialom denuncia nel corto "La parole perdue" (1969) -, lascia la Tunisia per la Francia.  

  • Valerio-Zurlini.jpg

    Si è conclusa giovedì sera l'undicesima edizione di I Mille Occhi Festival internazionale del cinema e delle arti, serata che ha visto la partecipazione numerosa del pubblico, in sala già dal pomeriggio per la visione del film Cronaca familiare di Valerio Zurlini.
    Un grazie a tutti gli ospiti, gli sponsor, i media partner, i collaboratori e le istituzioni che sostengono economicamente il festival. Un ringraziamento particolare a quelli che sono i partner creativi, Cineteca Nazionale e Cineteca del Friuli e a tutta una serie di realtà attive nella costruzione del programma: tra queste Nomadica, con la sua proposta di aprire a Trieste l'omaggio itinerante al Giuseppe Fava artista, la Furia umana giornale online e Fuori orario che ha dedicato tre notti della propria programmazione a Zurlini in collegamento con il festival.
    Appuntamento quindi alla prossima edizione di I Mille Occhi per un altro viaggio nel cinema inesplorato e da riscoprire: il festival si presenterà di nuovo come strumento di conoscenza e come occasione di visione collettiva di capolavori del cinema del passato e del presente accomunati dalla capacità di provocare emozioni vere e reali nel pubblico di oggi.

  • justine ana.jpg

    Questa sera a conclusione dell'undicesima edizione di I Mille Occhi Festival la proiezione di JUSTINE di George Cukor, con Anna Karina

     

     

     

     

     

     

     

     

  •  

    Il Premio Anno uno è assegnato ad un regista per la sua intera opera con particolare sottolineatura di un suo film recente. Quest'anno il riconoscimento va al regista franco-tunisino di origini ebraico-italiane Marc Scialom: il suo ultimo capolavoro Nuit sur la mer  verrà proiettato questa sera a I Mille Occhi in anteprima europea. Appuntamento alle 21.00 per la consegna del premio e la visione, Cinema Ariston di Trieste.

  • NOTTE.jpg

     

    Giornata conclusiva anche dell'omaggio a Valerio Zurlini con il film Cronaca familiare, introdotto dal regista francese Paul Vecchiali: straordinari interpreti  Marcello Mastroianni e Jacques Perrin

    E ancora Stephen Dwoskin, importante cineasta contemporaneo che I mille occhi omaggiano a pochi mesi dalla scomparsa con la presentazione di una sorta di diario familiare che riunisce i film da lui dedicati al padre alla madre e alla bisnonna, a cura di Federico Rossin: appuntamento alle 16.15. Ultimo film in programma nel pomeriggio sarà La voce del silenzio di Georg Wilhelm Pabst, per la chiusura del  percorso Viaggio in Italia di Olaf Möller

    Infine ricordiamo alle 20.45 una meravigliosa visione in super8: nell'atrio del Cinema Ariston verrà proposta una sequenza del film La prima notte di quiete di Valerio Zurlini

  • MARC SCIALOM light.jpg

    Giornata conclusiva dell'undicesima edizione del festival internazionale del cinema e delle arti I Mille Occhi. L'attenzione è puntata sulla consegna del  Premio Anno Uno:il riconoscimento ad un cineasta del nostro tempo va a Marc Scialom per la sua carriera e per i suo ultimo film Nuit sur la mer, che verrà proiettato questa sera in anteprima europea. 

    "I Mille occhi hanno subito voluto abbracciare questo film come il giusto Premio Anno uno, che lo raggiungerà dopo aver toccato tra l'altro Paulo Rocha, Werner Schroeter, Thomas Harlan, Klaus Wildenhahn,  e che anche altri due visitatori del festival, compari di cinema 

    non normalizzabile, De Seta e Papatakis, idealmente condividono" dichiara il direttore del festival Sergio M. Germani. La consegna del premio e la visione del capolavoro di Marc Scialom saranno preceduti  della proiezione dalla copia restaurata di Arietta antica diMario Almirante mentre concluderà la serata Justine di George Cukor. 

  • tartari.jpg

    In programma stasera Il deserto dei Tartari. Tratto dal romanzo omonimo di Dino Buzzati, uno dei più importanti capolavori della letteratura italiana del Novecento, ed è stato diretto da Valerio Zurlini nel 1976. con un cast straordinario che vede uniti Vittorio Gassman, Giuliano Gemma, Jacques Perrin e Jean-Louis Trintignant.

  • antonutti.jpg

    Attesissimo ospite della serata di martedì sarà Omero Antonutti: grande attore di cinema, teatro, nonché doppiatore Antonutti è una delle figure più eclettiche del panorama artistico italiano. L'attore omaggerà Zurlini leggendo Nino, la poesia di Umberto Saba da cui il regista progettò un film.

     

  • OKIBA.jpg

    Ancora sorprese: Denis Zanette, diciannove anni, di mestiere proiezionista e un immenso amore per la pellicola e per le sale cinematografiche. Una passione che lo lega a I Mille Occhi nella loro ricerca del cinema dimenticato e che gli ha permesso di ritrovare un raro film che verrà presentato oggi alle 16.15 al Cinema Ariston. Si tratta di Okiba non vendermi del regista Gianni Fontaine. Il film, che fu girato nel 1955 con attori occasionali, ebbe una diffusione molto limitata ed ora è conservato alla Cineteca del Friuli di Gemona. Il lungometraggio verrà presentato dallo stesso Zanette e da Livio Jacob.

  • LIa Franca.jpg

    Comincerà nel pomeriggio di lunedi 17 settembre alla presenza della nipote Gianna Penso l'omaggio alla luminosa attrice triestina Lia Franca: tra i personaggi essenziali di un momento d'oro del cinema italiano, Lia Franca fu un'autentica diva meteorica del grande schermo che decise di abbandonare le scene e ritirarsi a vita privata proprio all'apice della carriera. In programma oggi Resurrectio di Alessandro Blasetti, film che detiene il primato "non ufficiale" come primo lungometraggio sonoro girato in Italia e che la vede protagonista femminile. Introdurranno il percorso La stella della rinascita il direttore Sergio M. Germani e Maurizio Cabona con intervento di Simone Starace.

     

     

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti

Blog

Le novità e gli approfondimenti del festival!

www.milleocchisulfestival.tumblr.com