• Lav_Diaz.jpg

    Mentre c'è grande attesa per la serata di premiazione e per la proiezione in anteprima nazionale del film vincitore Mama, arriva una notizia a sorprendere il fedele pubblico del festival. Una perla inaspettata si aggiunge alle visioni di questa XV edizione: nel momento in cui il regista Lav Diaz vince il Leone d'Oro a Venezia, I Mille Occhi vogliono festeggiarlo aggiungendo al programma un film che l'artista concede in anteprima nazionale al festival che da sempre lo sostiene e che lo ha ospitato nel 2007 durante la presentazione nella città lagunare. Cineasta pluripremiato, talento incarnato negli interminabili pianisequenza e stimatissimo artista di un cinema contemplativo in grado di esprimersi soprattutto nelle lunghe durate, Lav Diaz stupisce I Mille Occhi regalando il breve cortometraggio The Day Before the End: diciassette minuti di straniante attesa del disastro carica di speranza per un nuovo inizio. La breve opera di Lav Diaz verrà proiettata in apertura della serata conclusiva di giovedì 22 settembre alle 20.45.

  • nacht-fiel-ber-gotenhafen-8-rcm0x1920u.jpg

    NACHT FIEL ÜBER GOTENHAFEN

    di Frank Wisbar, 1960, 99'

    Mercoledì 21 settembre, ore 22.25, Teatro Miela

     

    Siamo in Germania, poco prima della fine della seconda guerra mondiale. Cacciata di casa dalla suocera dopo aver rivelato di aspettare un bambino da un altro uomo, Maria lascia Berlino per andare da un amico in Prussia orientale. Ma quando i sovietici penetrano nel gennaio 1945, lei e i suoi vicini devono abbandonare tutto e fuggire dall'esercito rosso. All'ultimo momento, sono in grado di salire a bordo del transatlantico di Wilhelm Gustloff, dove li attende la "sicurezza". La nave contiene 6.000 profughi. Ma il Gustloff è presto silurato da un sottomarino sovietico [...]

  • deklia bassa risoluzione.jpg

    DEKLICA IN DREVO

    di Vlado Škafar, 2012, 83'

    Mercoledì 21 settembre, alle ore 18.00, Teatro Miela

     

    Due attrici leggendarie all'interno del panorama cinematografico e teatrale sloveno, Štefka Drolc and Ivanka Mežan, si riuniscono all'ombra di un imponente albero per un picnic e regalano agli spettatori una retrospettiva intima delle proprie vite. Quello che potrebbe sembrare un'opera dedicata alla vanitas, è in realtà una celebrazione della vita, palpitante nelle vicende raccontate dalle due donne, nei paesaggi soleggiati che le circondano, nella natura che freme attorno a loro.

  • calunniatori.jpg

    I CALUNNIATORI

    di Franco Cirino e Mario Volpe, 1956, 89'

    Mercoledì 21 settembre, ore 15.50, Teatro Miela

     

    Il ricco industriale Giacomo Doni torna nel suo paese natio San Vito dopo tanti anni. Qui conosce Dorina, un'orfana che vive assieme all'anziano nonno in condizioni di estrema indigenza. Giacomo le offre la possibilità di completare la propria educazione, mandandola a sue spese in collegio. Dopo alcuni anni si rincontrano e nasce l'amore. Ma il loro matrimonio è osteggiato da Elvira e Carlo, i cugini di Giacomo che amministrano alcune sue proprietà in paese [...]

  • 36807.jpg

    PIUME AL VENTO

    di Ugo Amadoro, 1950, 82'

    Mercoledì 21 settembre, ore 14.30, Teatro Miela

     

    1917, fronte del Piave: un reggimento di bersaglieri si ritira per sfuggire all'avanzata austriaca. Stefano, ufficiale dei bersaglieri, si congeda da Anna Frassoni, proprietaria di una villa appena requisita dagli austriaci del capitano Von Toeplitz per farne un ospedale da campo. Tuttavia Anna e il giardiniere Luigi restano in contatto con le truppe italiane, facendo trapelare preziose informazioni sull'avanzata nemica. Nella casa è ospitata Marta Flores, cantante amica di Von Toeplitz, che scopre lo scambio di informazioni tra i Frassoni e il Regio Esercito [...]

  • marcgrosplan.jpg

     

    Alle 11.00 I Mille Occhi si spostano nuovamente nella Sala Bazlen di Palazzo Gopcevich per incontrare, anche se solo virtualmente Marc Scialom grande amico del festival già Premio Anno uno nel 2012. Il direttore del festival Sergio Germani terrà una conversazione via Skype con il regista presentando il suo nuovo volume di racconti fiabeschi L'invention du reél illustrato da Mélik Ouzani in cui l'autoreriafferma la dantesca poetica del reale intrecciata con la sua invenzione.

  • la-carica-delle-patate1.jpg

    LA CARICA DELLE PATATE

    di Walter Santesso, 1979, 93'

    Mercoledì 21 settembre, ore 9.15, Teatro Miela

     

     

    A Venezia una banda di ragazzini battezzatasi "I Leoni di San Marco" ha costruito un piccolo forte per dare ospitalità ai gatti randagi e per rivendicare la proprietà nei confronti della banda rivale "Gli Sparvieri della Laguna". Ma un giorno la piccola Anna viene derubata del micio con cui stava giocando e lasciata in grave depressione. I Leoni si mobilitano per scovare il ladro, che viene identificato grazie agli sforzi dell'investigatore Sette per Sette e al coraggio di un altro giovanotto [...]

     

  • avanzi di galera3.JPG

     

    AVANZI DI GALERA

    di Vittorio Cottafavi, 1954, 94'

    Martedì 20 settembre 2016, ore 21.55, Teatro Miela



    Dopo aver scontato i loro anni di carcere, tre detenuti tornano in libertà. Stefano, medico chirurgo, era stato condannato per aver causato la morte di un suo paziente; l'uomo, avendo perso la fiducia in se stesso, non vuole tornare alla sua professione, ma tutto cambia quando la moglie di Stefano viene coinvolta in un grave incidente [...]

  • oca2.jpg

    OČA

    di Vlado Škafar, 2010, 71'

    Martedì 20 settembre 2016, ore 20.45, Teatro Miela



    I protagonisti, un padre divorziato e suo figlio, decidono di trascorrere assieme una domenica nel bosco: pescano, dialogano e cercano di colmare la distanza inevitabilmente tra loro creatasi a causa della disgregazione del nucleo familiare. Il padre scopre nel bambino un'autonomia di pensiero e una profondità che lo stupiscono e rattristano al tempo stesso, realizzando inoltre di costituire per lui un'assenza grave [...]



  • paisà-roma.jpg

    PAISÀ

    di Roberto Rossellini, 1946, 134'

    Martedì 20 settembre 2016, ore 17.30, Teatro Miela



    Il film narra in sei episodi l'avanzata degli alleati in Italia, dallo sbarco della flotta anglo-americana in Sicilia nella notte del 10 luglio 1943 all'inverno 1944, sul delta del Po, pochi mesi prima della fine della guerra. Nelle vicinanze di un villaggio di pescatori siciliani, Carmela, una ragazza in cerca dei parenti, si offre in aiuto del plotone per guidarli in direzione dei tedeschi evitando i campi minati e rimane a guardia di un fortino assieme al soldato americano Joe e, nonostante le difficoltà della lingua, i due riescono a comunicare. Ma il soldato viene sorpreso dai nemici e ucciso da un cecchino, mentre la ragazza diventa vittima dei tedeschi [...]



  • il volo di teo.jpg

    IL VOLO DI TEO

    di Walter Santesso, 1992, 98'

    Martedì 20 settembre 2016, ore 15.10, Teatro Miela


    Teo ha circa 11 anni ed è figlio unico di genitori separati. Non ha mai conosciuto suo padre e la madre vive in città completamente immersa nella sua professione, quindi abita con la nonna in un paese della campagna veneta dove ancora è possibile incontrare personaggi che portano una visione della vita ancora legata ai valori tradizionali. La vecchia nonna e un vecchio e bizzarro veterinario gli fanno compagnia, ma ha per amici anche tanti animali fra i quali ha un posto particolare la coniglia preferita di Teo. Portato dalla madre a vivere in città, solo l'amicizia con una compagna di scuola lo aiuta ad adattarsi [...]


  • l'importanza di avere un cavallo.jpe

    L'IMPORTANZA DI AVERE UN CAVALLO

    di Walter Santesso, 1969, 42'

    Martedì 20 settembre, ore 14.30, Teatro Miela


    È padovano il regista di film per ragazzi degli anni '70 diventato famoso per aver interpretato il paparazzo nel capolavoro felliniano "La Dolce Vita" accanto a grandi nomi come Marcello Mastroianni e Anita Ekberg. Il film, girato sull'Altopiano di Asiago, narra le vicende di un ragazzo che lotta per poter tenere con sé un cavallo bianco che tutto il paese vorrebbe portargli via [...]

  • 5319377-kToC-U106025310609283lH-700x394@LaStampa.it.jpg
    Alle ore 11.00 ci si sposta dal Teatro Miela alla Sala Bazlen per un incontro sul cinema raccontato su carta. Il direttore Sergio Germani presenterà la raccolta di scritti sul cinema di Paolo Gobetti, pubblicata come numero speciale della rivista da lui fondata Il nuovo spettatore, a cura dell'Archivio Nazionale Cinematografico delle Resistenza di Torino. L'introduzione sarà accompagnata da videodichiarazioni dell'autore alla presenza di una delle curatrici Paola Olivetti.
  • 1671998,Ew1Au+EgkhcCnRN91HfHi3IAdiDtfQoSZ289M3ycDlNeLvkr2ZIXwAC6hh_T8A2HbNJMbTn0Yqcuqqw+krDp1w==.jpg

    SUCHKIND 312

    di Gustav Machatý, 1955, 95'

    Martedì 20 settembre 2016, ore 9.15, Teatro Miela



    Una ragazzina fugge di notte da una scuola attraverso lunghi corridoi, per le scale buie e un giardino fantasmagorico, crollando poi con un urlo nella strada, sotto un manifesto mezzo strappato dal vento, che ammonisce contro la morte per incidente stradale e su cui uno scheletro si sta come gonfiando. [...]

imilleocchi newsletter

Tieniti aggiornato sulle nostre ultime novità!

Condividi contenuti

Blog

Le novità e gli approfondimenti del festival!

www.milleocchisulfestival.tumblr.com